t twoninethree

·
Alexis Ralaivao – Glittering Short Stories
April 26 - May 28, 2022
T293 Rome
T293 - Alexis Ralaivao – Glittering Short Stories - 1
T293 - Alexis Ralaivao – Glittering Short Stories - 1
T293 - Alexis Ralaivao – Glittering Short Stories - 1
T293 - Alexis Ralaivao – Glittering Short Stories - 1
T293 - Alexis Ralaivao – Glittering Short Stories - 1
T293 - Alexis Ralaivao – Glittering Short Stories - 1

T293 è lieta di presentare Glittering Short Stories, la prima personale di Alexis Ralaivao in Italia. In mostra una serie di nuovi dipinti a olio di grandi dimensioni.

Per la mostra, Alexis Ralaivao (1991, Rennes) introduce la sua pratica come un nuovo tipo di pittura di genere. Ispiratosi alle opere dei maestri olandesi e fiamminghi del XVI secolo come Gerard Ter Borch, Gabriel Metsu e Jan Steen, Ralaivao ritrae attività quotidiane e ripropone la stessa preziosa attenzione ai dettagli per cui si distinguevano gli antichi maestri. Nella pittura di Ralaivao queste citazioni sono accoppiate alla raffigurazione di una condizione contemporanea, nella quale ci ritroviamo a percepire la vita attraverso una realtà frammentata e virtuale.

Le opere di Alexis Ralaivao fondono i riferimenti della pittura barocca con il costante flusso di immagini a cui siamo sottoposti quotidianamente, con l’obiettivo di offuscare i confini tra la rappresentazione tradizionale e la vita contemporanea e suggerisce in questo modo altri modi di desiderare, sentire o essere nel mondo. Attraverso i suoi dipinti Ralaivao apre al pubblico una finestra sulla vita dei suoi soggetti ma non solo: lo invita a partecipare attivamente alle attività quotidiane che si svolgono all’interno degli ambienti da lui rappresentati. “Nella ritrattistica classica c’è una distanza tra il pubblico e la persona rappresentata. Io voglio cancellare questa distanza.” dichiara Ralaivao.

I dipinti presentano una tavolozza carnosa di tonalità pastello in cui Ralaivao mette in risalto dettagli corporei come imperfezioni e nei. Mentre le pennellate sottili conferiscono alle opere una qualità onirica, il linguaggio del corpo dei soggetti di Ralaivao è rilassato, in quanto l’artista sceglie di ritrarli mentre svolgono attività comuni come ad esempio la lettura di una rivista, lo sbottonarsi dei vestiti oppure la preparazione di un pasto. Nonostante scelga di raffigurare contesti piuttosto ordinari, Ralaivao conferisce una qualità monumentale a ciascuna scena, sia attraverso le dimensioni dei lavori ma soprattutto tramite l’attenzione e sensibilità pittorica sostanziale di ogni singolo particolare.