t twoninethree

·
Si On – Born with a Void
June 11 - July 9, 2022 Le Scalze, Naples
T293 Naples
T293 - Si On – Born with a Void - 1
T293 - Si On – Born with a Void - 1
T293 - Si On – Born with a Void - 1
T293 - Si On – Born with a Void - 1
T293 - Si On – Born with a Void - 1
T293 - Si On – Born with a Void - 1

T293 è lieta di presentare Born with a Void, personale di Si On (Corea del Sud, 1979) presso Le Scalze. La mostra, la prima dell’artista a Napoli, presenta tre grandi dipinti allestiti all’interno delle pale d’altare della chiesa.

Dopo aver fatto esperienza della soffocante società patriarcale della Corea del Sud, l’artista si è dedicata all’esplorazione di argomenti quali l’identità socioculturale, il dolore, la rabbia e la politica sessuale. Si On indaga la condizione umana e in particolare i suoi caratteri oppressivi e traumatici, basando la sua ricerca artistica sia sullo sciamanesimo, elemento fondante nella cultura coreana, che sulla sua storia personale. La sua personale esperienza traumatica è stata da lei così tradotta in un’ampia gamma di approcci formali, in dipinti vigorosi, ed espressivi.

Seguendo la lezione surrealista e dada, il processo creativo di Si On, fondato prevalentemente sull’automatismo e sull’istinto, viene considerato dall’artista come un’alternativa ai metodi terapeutici. Si On materializza le sue idee in uno stato catartico, quasi di trance, e il processo creativo delle sue opere è esso stesso una performance. L’impegno, fisico e mentale, che l’artista dedica nella sua pratica pittorica è evidente e il risultato è la raffigurazione di figure viscerali che nascono dall’idea di perpetua tensione tra armonia e decadenza, bellezza e bruttezza.

La mostra presso Le Scalze presenta tre autoritratti, elemento ricorrente nella pratica dell’artista, realizzati su tele di grandi dimensioni. Le figure rappresentate riflettono drammi di profondo disagio fisico e psicologico, dubbi e ansie istintive. Le composizioni di Si On sono guidate dal suo irresistibile senso dell’assurdo, enfatizzato dal suo approccio viscerale al colore e dalla matericità attribuita alla pittura stessa. In Born with a Void Si On si concentra sull’esplorazione di questioni esistenziali, meditando sulla relazione con sé stessa mentre analizza dicotomie collettive contrastanti: il bene e il male, verità e menzogna, vita e morte.

Born with a Void è organizzata da T293 in collaborazione con Collezione Agovino.