T293

·
Sonia Kacem‘Le Flâneur’
9 October 2015 - 15 January 2016
T293 Naples

T293 è lieta di presentare Le Flâneur, la seconda mostra personale dell’artista con la galleria. Risultato di una residenza di tre settimane a Napoli, la mostra consiste di un’installazione ambientale e di una serie di sculture a parete.

Tutti i lavori che compongono Le Flâneur sono stati concepiti e prodotti secondo le caratteristiche spaziali e architettoniche della galleria. La loro concettualizzazione parte dal ripensamento dell’artista degli aspetti sociali e culturali connessi alle strutture e stoffe di tende da sole, ed in particolare dal loro suggerire ricordi di un tempo sospeso e improduttivo, come quello speso nella terrazza di un bar d’estate.

Sfruttando le proprietà fisiche e cromatiche di queste stoffe, l’artista svizzero-tunisina crea un’installazione monumentale che si distende attraverso tutte le stanze della galleria. Come le ultime installazioni dell’artista Loulou (2014) e Bermuda Triangle (2015), questo lavoro parla dell’ossessione della Kacem di trasformare materiali piatti in volumi che invadono lo spazio. Ciò nonostante, la peculiarità di Le Flâneur (2015) risiede nel fatto che qui è il movimento del tessuto che attraversa lo spazio ad esaltare le gradazioni di colore che lo caratterizzano, rivelando così le irregolarità e l’aspetto labirintico dello spazio stesso.

Al fine di enfatizzare le possibilità creative risultanti dall’interazione tra forme e materiali, e di riflettere su come questa interazione influenzi la nostra esperienza del tempo, l’installazione sarà accompagnata da una serie di sculture a parete. Realizzate con gli stessi tessuti per tende che compongono l’installazione, le sculture hanno altresì una struttura di legno che le sorregge. Le loro forme sono state ispirate dalle fattezze di un appendi-abiti, raccolto dalla strada e manipolato all’interno dello studio. Un altro lavoro che sarà in mostra si compone di una serie di tubi di stoffe per tende, disposti a seconda delle loro gradazioni di colore. Mantenendo il loro aspetto funzionale ancora intatto, questi readymade invadono lo spazio non solo con le loro forme, ma anche con gli effetti cromatici provocati dalla reazione delle diverse stoffe alla luce artificiale della galleria.

Proprio come questi tessuti per tende rievocano memorie personali di un tempo che è collettivamente esperito, le forme autonome ed artificiali che compongono Le Flâneur intendono aprire la strada ad un’esperienze sensoriale, sia del tempo che dello spazio. La ricerca della Kacem si è sempre focalizzata su come catturare l’azione del tempo sulla materia grezza. In Le Flâneur questo approccio peculiare dell’artista svizzero-tunisina prende le forme di un’installazione ambientale che gioca con le qualità fisiche e volumetriche sia dei materiali che dei colori. Infatti, l’intera mostra agisce come un personaggio che, vagando lentamente per la città, articola le forme che abitano lo spazio urbano, e i colori che accompagnano lo sviluppo della luce. E’ come un corpo che percorre con latente energia sentieri di finzione, sia pur rimanendo esteticamente all’interno del registro dell’astrazione.  

 

T293 - Sonia Kacem – ‘Le Flâneur’ - 1
T293 - Sonia Kacem – ‘Le Flâneur’ - 1
T293 - Sonia Kacem – ‘Le Flâneur’ - 1
T293 - Sonia Kacem – ‘Le Flâneur’ - 1
T293 - Sonia Kacem – ‘Le Flâneur’ - 1
T293 - Sonia Kacem – ‘Le Flâneur’ - 1
T293 - Sonia Kacem – ‘Le Flâneur’ - 1
T293 - Sonia Kacem – ‘Le Flâneur’ - 1
T293 - Sonia Kacem – ‘Le Flâneur’ - 1