t twoninethree

·

Jugalbandi
3 October – 13 November
T293 Rome

T293 è lieta di presentare Jugalbandi, una mostra di nuovi lavori scultorei di Lorenzo Vitturi (Venezia, 1980), organizzata in collaborazione con la Fondazione Jaipur Rugs in India. Vitturi, noto principalmente come fotografo, presenta per la seconda personale in galleria un progetto unico all’interno della sua pratica artistica: arazzi fatti a mano realizzati con telai tradizionali da artigiani indiani. L’artista indaga per la prima volta in profondità il concetto di pratica collaborativa nella creazione di un’opera d’arte.

Leggi di più 

Lorenzo Vitturi Flower Market #2, 2020 98% wool, 2% bamboo silk, Cotisso, Peruvian yarn / 98% lana, 2% seta di bamboo, Cotisso, gomitolo peruviano 100 × 67 × 60 cm

 

 

 

“Dal dettaglio architettonico di un tempio a una radice commestibile, da un serbatoio d’acqua in terracotta a un telo invecchiato. Rintracciando queste linee e forme nel mio studio, mi sono ritrovato a viaggiare ancora un’altra volta, in un altro livello di trasformazione personale”. 

Lorenzo Vitturi

Lorenzo Vitturi Hump, 2020 68% wool, 32% bamboo silk, Venetian beads, Peruvian yarn, Lagos net, PVC adhesive poster / 68% lana, 32% seta bamboo, perline veneziane, gomitolo peruviano, rete nigeriana, poster adesivo in PVC 182 × 121 cm

“Ho trovato un parallelismo con il metodo della Fondazione di portare il cambiamento alle comunità rurali attraverso la trasformazione della materia, sotto la forma di tessitura. La materia esercita un potere di trasformazione su chi la trasforma, e questo è sicuramente vero per il mio lavoro”.

Lorenzo Vitturi

 

artist’s portfolio

“Quando costruisco una scultura, la fotografia è uno strumento assolutamente essenziale. La fotografia diventa parte del processo di costruzione. Mi aiuta a decidere un punto di vista e come creare questa relazione tra l’oggetto che sto costruendo e la fotocamera. Tutte le sculture sono fatte per essere fotografate e questo rapporto diventa interessante; come la forma viene trasformata dal punto di vista. ” 

Lorenzo Vitturi

 

Green Cotisso, Mantas, Foam, Green Fortuny, Mask, Wicker Vase, Blue Plastic in Paracas, 2019
acrylic on archival pigment print / acrilico su stampa a pigmenti d’archivio
75 × 50 cm (29 ½ × 19 ⅝ inches)

 

Foam, Green Cotisso, Body in Paracas, 2019
achival inkjet print on paper / immagine d’archivio stampata su carta
130 × 86.6 cm (51 ⅛ × 34 ⅛ inches)
 

Foam, Green Cotisso, Body in Paracas, 2019
achival inkjet print on paper / immagine d’archivio stampata su carta
130 × 86.6 cm (51 ⅛ × 34 ⅛ inches)
 

Black Cotisso, Ceramic and Black Corn in London, 2019
acrylic on archival pigment print / acrilico su stampa a pigmenti d’archivio
75 × 50 cm (29 ½ × 19 ⅝ inches)
 
 

Mostra precedente

Natural man made oyinbo and moving beats 

 
 
Praying Mat Fragments, Egg and Blue, 2017
archival pigment print, anti-glare glass / stampa d’archivio a pigmenti, vetro antiriflesso
110 × 73 cm (43 ¼ × 28 ¾ inches)
 

“Tutto, tutte le idee, vengono dalle strade. Poi c’è la seconda parte del processo, nel mio studio. Quindi ci sono sempre queste due dimensioni: lo studio e la strada. L’idea è di trasformare questi oggetti e usarli fuori dal loro contesto quotidiano, a volte usando il colore, o la luce artificiale, per creare una forma astratta “.

Lorenzo Vitturi

 

Untitled (Cotton), 2017
archival pigment print, anti-glare glass / stampa d’archivio a pigmenti, vetro antiriflesso
75 × 50 cm (29 ½ × 19 ⅝ inches)
Edition of 5 plus I AP
 
 
Intervista per il Centre photographique Rouen 
 

Lorenzo Vitturi (nato nel 1980, Venezia, IT – vive a Londra, Regno Unito) lavora nel campo della fotografia, scultura, installazione e performance. Seguendo la sua esperienza di scenografo cinematografico, Vitturi costruisce scenografie temporanee e sculture effimere, utilizzando sia materiali organici che fabbricati. Partendo da specifiche localizzazioni geografiche e incontri con le comunità locali, il suo lavoro esplora le economie informali e la fusione di culture diverse, concentrandosi sul movimento di oggetti e persone. Le mostre personali recenti includono Nulla è Puro al Centre Photographique Rouen Normandie, Dalston Anatomy al FOAM Museum, Amsterdam, alla Photographers ‘Gallery, Londra, alla Contact Gallery, Toronto, e al CNA, Lussemburgo.

Vitturi ha anche partecipato a mostre collettive al MAXXI di Roma, al Centre Georges Pompidou di Parigi, a Palazzo Reale, alla Triennale di Milano, al BOZAR di Bruxelles, al K11 Art Museum di Shanghai e al Barbican Centre di Londra. L’ultimo libro di Vitturi Money Must Be Made è stato pubblicato da SPBH Editions, settembre 2017.

 

 

Catalogo ‘Money Must Be Made’ 

Disponibile in galleria

Money Must Be Made
Publication date: September 2017
Format: Hardcover
Size: 20 x 29.7 cm
Hardcover publication, each cover is handmade and unique, collaged by Vitturi with recycled off-cuts of various fabrics, vinyl’s and leather.