t twoninethree

·

On Tilt
3 ottobre – 13 novembre 
T293, Rome

Per la sua prima mostra personale in Europa Anna Park (Corea del Sud, 1996) presenta una nuova serie di disegni a carboncino in cui il linguaggio figurativo si mescola con l’astratto.

Anna Park – come lei stessa si descrive – è un’osservatrice naturale delle persone. Nella sua infanzia, spostandosi costantemente da una città all’altra, ha sviluppato un approccio voyeuristico alla vita che è in seguito divenuto evidente nella sua pratica artistica. L’attenta osservazione di ambienti ricchi di contrasti vissuti in prima persona diventa una vera e propria indagine sul comportamento umano che in un secondo momento l’artista traduce in maniera personale attraverso il suo caratteristico stile.

Leggi di più 

Anna Park
Thank Me Later, 2020
charcoal on paper / carboncino su carta
152.4 × 182.88 cm (60 × 72 inches)

 

“Comincio organizzando gli elementi in modo molto gestuale e poi ne aggiungo altri, sempre se sembrano adattarsi alla composizione. Il modo in cui voglio che l’occhio dello spettatore viaggi intorno all’opera è sempre nella mia mente.”

Anna Park

 

Anna Park
Save My Spot, 2020
charcoal on paper / carboncino su carta
152.4 × 218.44 cm (60 × 86 inches)
 
 

Anna Park
This is America, 2020
charcoal on paper / carboncino su carta
152.4 × 223.52 cm (60 × 88 inches)

 

 

Anna Park
Pass Me Another, 2020
charcoal on paper / carboncino su carta
152.4 × 121.92 cm (60 × 48 inches)

 

Anna Park
Coin Flip, 2020
charcoal on paper / carboncino su carta
208.28 × 152.4 cm (82 × 60 inches)

 

artist’s portfolio

Anna Park
Goose, 2020
charcoal on paper / carboncino su carta
175.26 × 121.92 cm (69 × 48 inches)
 
 

Anna Park
Stick with Me, Kid, 2020
charcoal on paper / carboncino su carta
152.4 × 193 cm (60 × 76 inches)
 
 

Anna Park
Untitled, 2020
charcoal on paper / carboncino su carta
152.4 × 162.56 cm (60 × 64 inches)
 
 

Anna Park
You Rang?, 2020
charcoal on paper / carboncino su carta
152.4 × 106.68 cm (60 × 42 inches)

 

“In realtà ottengo i miei riferimenti da immagini d’archivio e meme da Internet. E da quel momento in poi, seleziono e scelgo gli aspetti delle foto che mi attirano di più e li integro la mia immaginazione. Trovo divertente come il cercare delle affermazioni così benigne su Internet fornisce una quantità infinita di inaspettati (e a volte inquietanti) contenuti.”

Anna Park

 

Do You Get It?, 2020
charcoal on paper / carboncino su carta
50 × 58 inches (127.00 × 147.32 cm)
 
 
I’m So Happy for You, 2019
charcoal on paper / carboncino su carta
43 × 63 inches (109.22 × 160.02 cm)
 
 
We’re all Winners Here, 2019
charcoal on paper / carboncino su carta
58 × 78 inches (147.32 × 198.12 cm)
 

Art on the Grid, curated by Public Art Fund, New York
Goose, 2020
Charcoal on paper
Courtesy the artist

 
Anna Park (1996) è un’artista che vive e lavora a Brooklyn, New York. Originaria della Corea del Sud, si è trasferita negli Stati Uniti per seguire un’istruzione artistica tradizionale. Per otto anni ha vissuto in Utah dove ha studiato al Visual Art Institute, per poi trasferirsi al Pratt Institute di New York dove consegue il titolo di Fine Arts Major (2015-2017). A completamento del suo percorso formativo, consegue il Certificate of Fine Arts (2017-2018) e il Master’s degree (2018-2020) presso la New York Academy of Art. Il suo lavoro è stato recentemente esposto presso le gallerie Blum and Poe LA, Half Gallery NY e la fondazione Public Art Fund, NY.
 
 

Seguila su Instagram